l

l'ospite di Dracula

(Dracula's guest)

Di Abraham Stoker

Pubblicato nel 1914
Pagine: 96
Genere: Horror




Quattro racconti molto brevi ed altrettanto intensi. Il primo √® quello da cui il volume prende il titolo, √® anche la prima bozza di un romanzo molto pi√Ļ lungo e complesso, che dar√† a questo scrittore una fama capace di viaggiare nei secoli successivi, ispirando altri scrittori e registi. A differenza del capolavoro scritto successivamente, qui Dracula praticamente non si vede e la forma di scrittura non √® epistolare, ma una prosa regolare, intrigante e sempre piacevole. Il giovane che ha voluto intraprendere un'escursione sconsigliata dai superstiziosi abitanti del luogo vive un finale che, in realt√†, √® un inizio. La seconda storia, la squaw, √® il racconto di un viaggio di nozze a Norimberga. L'amico che gli sposini hanno conosciuto in viaggio, uccide fortuitamente un piccolo gatto suscitando in mamma gatta ira e voglia di vendetta. Il terzo racconto, quello che ho trovato meno interessante, √® ambientato tra i bassifondi della citt√† di Parigi, dove il protagonista fugge dai suoi assalitori. L'ultimo racconto √® ambientato in una classica casa stregata, piena di topi e con la costante presenza di un iroso giudice, spietato quando era in vita. Si legge in breve tempo e cattura letteralmente il lettore. Consigliato agli amanti del genere.


<- Libro precedente | Libro successivo ->